La Digue: la quientessenza delle Seychelles

0
539

Mare cristallino, clima paradisiaco. Le Seychelles, localizzate nell’Oceano Indiano, costituiscono una delle mete più frequentate dai turisti. Tra le isole prescelte La Digue.

La Digue: origine creola, francese lingua assai diffusa

Situata a est dell’isola di Praslin e a ovest di Félicité, La Digue è la quarta più grande isola abitata delle Seychelles. La popolazione, di circa 2000 abitanti, è prevalentemente di origine creola. Vivono in gran parte sulla costa occidentale nei villaggi di La Passe (collegato tramite traghetto a Praslin e Mahé) e La Réunion. L’isola ha una superficie di 10 km². Il nome La Digue era quello di una nave della flotta dell’esploratore francese Marc-Joseph Marion du Fresne che visitò le Seychelles nel 1768. Il francese viene ampiamente parlato nell’isola.

La Digue: formazioni granitiche celebri nel mondo

A oriente, in direzione dell’isola di Praislin, La Digue è fronteggiata da un’estesa barriera corallina: determina la formazione di un’ampia laguna dalle acque basse. Sul lato opposto dell’isola, in corrispondenza della spiaggia di Grand Anse, la barriera è invece assente. E la costa è battuta direttamente dalle onde oceaniche. Belle Vue (Eagle’s Nest Mountain), la cima principale, situata nella parte centrale dell’isola, supera i 300 metri sul livello del mare. Per quanto riguarda la formazione geologica, La Digue è composta principalmente da formazioni granitiche, ‘erosione delle quali da parte degli agenti atmosferici ha dato origine a forme spettacolari, visibili soprattutto ad Anse Source d’Argent e a Grand Anse, che l’hanno resa famosa in tutto il mondo.

La Digue: visibili sull’isola pure tartarughe giganti

La vegetazione è di tipo prettamente tropicale, con la presenza di formazioni di mangrovie sui tratti di costa meno antropizzati. Nell’isola è presente l’uccello Pigliamosche del paradiso delle Seychelles (Terpsiphone corvina), particolare specie di volatile endemico inserito nella lista degli animali in via di estinzione. Sull’isola, in recinti protetti dal pubblico, sono presenti alcune tartarughe giganti delle Seychelles (Aldabrachelys hololissa). Tipici dell’isola sono anche i pipistrelli “testa di volpe” Pteropus seychellensis, facilmente avvistabile durante il giorno. Oggi l’industria principale dell’isola è costituita dal turismo. L’isola è nota per le sue spiagge, tra cui Anse Source d’Argent. Un tempo la produzione di copra e vaniglia erano i pilastri dell’economia locale. E’ possibile visitare l’isola in bicicletta o con l’ausilio di carretti trainati da buoi.

Views All Time
Views All Time
289
Views Today
Views Today
1

Commenta l

SHARE
federico
Federico è un giornalista pubblicizza esperto di web e di temi di attualità
Loading...